______







Azienda Servizi Igiene Ambientale
Sede legale Via delle Puglie 28/I  - Sede operativa Via Ponticelli 2
Tel.0824 54201 - Fax 0824 23162 - P. IVA: 01112560626 C.F.: 80008110621
capitale sociale €. 120.000,00 i.v. - Socio Unico: Comune di Benevento


Differenziata: Benevento è quinta tra i capoluoghi di provincia del sud e prima tra le città della Campania

Ufficio stampa ASIA 21-08-2007 16:03 n.27, letto 1461 volte

Differenziata: Benevento è quinta tra i capoluoghi di provincia del sud e prima tra le città della Campania 

Il nuovo piano, partito lo scorso 15 giugno ha fatto registrare un aumento dell’1,8%  

 

Al fine di fornire una corretta interpretazione del rapporto di Legambiente “Comuni Ricicloni 2007”, il presidente dell’ASIA, Lucio Lonardo tiene a precisare quanto segue:

“Il dossier Comuni Ricicloni 2007, realizzato da Ecosportello, lo sportello informativo di Legambiente per le pubbliche amministrazioni sulle raccolte differenziate, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, non rappresenta affatto una bocciatura per la città di Benevento nel modo di condurre oggi il piano di raccolta differenziata.

Innanzitutto, i dati raccolti che interessano la città, sono riferiti al periodo che va da gennaio a dicembre del 2006 e sono piuttosto distanti, sia nel tempo che nei contenuti, da quelli in possesso dell’ASIA dall’insediamento del nuovo Consiglio d’Amministrazione.

Grazie al nuovo piano, infatti, partito lo scorso 15 giugno, in pochi giorni, abbiamo registrato un aumento dell’1,8% della raccolta differenziata, relativamente ad una percentuale del 12,09% per l’anno 2006 (dato stabile fino al maggio 2007).

La tendenza è comunque in aumento. Ad esempio, la raccolta della plastica è raddoppiata (da 10 a 20 quintali al giorno); quella della plastica fa rilevare un incremento di due punti percentuale; stabili gli ingombranti.
In ogni caso l’ASIA è ancora nella fase di estensione del servizio di differenziata, dunque, dati più precisi saranno valutabili lungo un periodo più ampio.

È vero, purtroppo,nessuna delle città del Mezzogiorno raggiunge i requisiti minimi di un Comune Riciclone (la soglia è del 35% di differenziata), ma Benevento è quinta tra tutti i capoluoghi di provincia del sud e prima tra le città della Campania, considerando anche aspetti quali la riduzione della produzione, la percentuale destinata al recupero di materia, l'introduzione del compostaggio domestico, gli acquisti verdi da parte delle amministrazioni pubbliche, la sicurezza dello smaltimento e l'efficacia generale del servizio.

Un peso rilevante nella classifica di ecosportello viene attribuito alla raccolta differenziata che contribuisce al valore finale dell’indice di buona gestione. Riguardo all’argomento, è bene ricordare che nel corso del seminario, svoltosi nei giorni scorsi, sulle problematiche dello sviluppo della raccolta differenziata in Campania, organizzato dal CONAI a Sorrento in collaborazione con la Commissione Ambiente del Senato sono giunti dei pubblici apprezzamenti per le recenti misure adottate dal Comune di Benevento in merito alla raccolta differenziata.

Un’ indagine condotta dal noto istituto di ricerca ISPO (Istituto di Studi sulla Pubblica Opinione) di Milano, riferita al primo semestre del 2007, mette in evidenza il buon lavoro di preparazione, presupposto al corretto avvio della raccolta differenziata, intrapreso a Benevento.

In conclusione, è interesse di tutti che il comportamento dei cittadini rispetto al problema dei rifiuti sia più consapevole, grazie anche alla percezione che il lavoro intrapreso dall’ASIA, insieme alla collaborazione della collettività, si prefigge lo scopo di ottenere risultati concreti e duraturi”.

 

 

in pubblicazione dal 21-08-2007 al 20-09-2007